Brache in catena ed in fune
barriere slide
incofil trento slide
paramassi 150 slide

Brache in catena ed in fune

VARIAZIONE DELLA PORTATA IN FUNZIONE DELL'ANGOLO AL VERTICE

Il carico massimo di utilizzazione o portata è la massa massima statica che è consentito sollevare, abbassare o tenere sospesa in trazione diritta in condizioni normali di impiego e sempreché la imbraca non presenti nessuno dei segni di deterioramento per i quali è prevista la rimozione del servizio.

Precisiamo che il carico massimo di utilizzazione non corrisponde sempre alla tensione passante per l'asse di lavoro della imbraca o dei suoi componenti. A parità di massa sollevata, lo sforzo assiale è tanto maggiore quanto più la direzione dell'asse si scosta dalla verticale. Poiché il coefficiente di utilizzazione deve essere riferito allo sforzo assiale e non alla massa sollevata, nei casi più frequenti, in cui il carico è sospeso a canestro a due o più bracci divaricati tra di loro, occorre ricalcolare il carico massimo di utilizzazione.

Per rendere più pratico l'impiego delle imbrache utilizzate a canestro e per le imbrache a due bracci le norme prevedono l'indicazione del carico massimo di utilizzazione teorico verticale, quello a un angolo fino a 90° e fino a 120°: il primo quando si è certi di utilizzare le imbrache con angolo al vertice fino a 7°, il secondo fino a 90°, il terzo tra 90° e 120°.

brache acciaio

Esempio calcolo portata

Si vuole conoscere la portata di una braca a 2 bracci con un angolo al vertice di 70° (portata verticale di 10.000 kg). L'angolo si ricava dal grafico con il rapporto tra la lunghezza del braccio L e la distanza degli attacchi A. Si divide poi la portata in verticale per il coefficiente C in corrispondenza dell'angolo al vertice di 70° (C=1.221).

Portata braca con angolo 70° = 10.000 : 1.221 = 8.190 kg

E' sconsigliato l'utilizzo con angoli al vertice superiori a 120°: oltre tale limite il carico massimo di utilizzazione varia grandemente con piccole variazioni dell'angolo.

Questa indicazione vale per usi generali mentre si possono dimensionare le imbrache in un modo più preciso in tutti quegli dell'angolo massimo di utilizzo, calcolando la tensione sui singoli bracci.

Ricordiamo che quando la massa è sostenuta da una imbraca a quattro bracci o mediante un doppio canestro, raramente la tensione si distribuisce in modo uniforme sui quattro bracci.

Più sovente essa grava su tre bracci, o anche soltanto su due bracci diagonalmente opposti, mentre i rimanenti due la mantengono semplicemente in equilibrio.

Quando le condizioni sono tali per cui il carico è sostenuto soltanto da due bracci, si devono prendere in considerazione la portata della colonna relativa ai due bracci. Si può ottenere un notevole miglioramento della distribuzione delle tensioni utilizzando dei bilancini.

Il coefficiente di utilizzazione usato per il dimensionamento delle imbrache con campanelle e ganci è 5 per le funi di acciaio, 4 per le catene e uguale o maggiore di 4 per i terminali di acciaio.

Su richiesta
grado100
Tirante asola - asola secondo EN 13414-1con anima tessile Res. 1,770 N/mmq COEFFICENTE DI SICUREZZA 5   PORTATA        ...
tirante asola 01
Tirante campanella - gancio tipo CN2Ga 2 bracci COEFFICENTE DI SICUREZZA 5     PORTATA Campanella ø nominaledella fune ...
tirante campanella
Tirante campanella - gancio tipo CN4Ga 4 bracci COEFFICENTE DI SICUREZZA 5           PORTATA campanella ø...
tirante campanellla4 bracci
Tirante CPS con anima tessileRes. 1.770 N/mmq COEFFICENTE DI SICUREZZA 5           ø nominaledella fune PORTATA asoleAxB ...
tirante CPS
 

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, necessari per la fruizione del servizio.

Leggi l'informativa